Guarire dal dolore pelvico cronico

APPROCCIO MIOFASCIALE AL DOLORE PELVICO CRONICO

L’approccio miofasciale al dolore pelvico cronico ricerca la riduzione del dolore nel paziente affetto da dolore pelvico cronico e neuropatia del pudendo.
L’approccio conservativo miofasciale non prevede l’uso di tecniche invasive o chirurgiche e si basa su tre pilastri:
  1. Diminuire il dolore del paziente. Questo è fondamentale per ristabilire nel minor tempo possibile uno standard di vita accettabile per il paziente affetto da dolore pelvico cronico. Ridurre il dolore è essenziale agli altri step che richiederanno impegno, motivazione e concentrazione da parte del paziente.
  2. Riequilibrio posturale, rafforzamento ed allungamento della muscolatura. Il dolore cronico normalmente porta come conseguenza una situazione di contrattura della muscolatura pelvica, lombare e delle gambe. I pazienti in seguito al dolore assumono posizioni non naturali per minimizzare il dolore con il risultato di indebolire e contrarre la muscolatura.
  3. Ricevere supporto psicologico. Guarire dal dolore pelvico cronico è un percorso lungo ed impegnativo. Non basta ridurre il dolore magari spegnendolo con i farmaci. Occorre forza, supporto e motivazione nel tempo.
Questo approccio prevede che il paziente si impegni in modo importante in prima persona a casa eseguendo esercizi di stretching e di rafforzamento dei muscoli oltre a esercizi di rilassamento. Inoltre è previsto l’uso di strumentazione che potrai imparare ad utilizzare anche a casa.
Questo metodo può prevedere l’invio presso altri professionisti per approfondire aree non di stretta competenza medica.


Nessun commento:

Posta un commento